FANDOM


Questo articolo è una bozza!
Sebastian Michaelis è ancora incompleto o disorganizzato, aiutaci a migliorarlo!
Principale


Sebastian Michaelis è il maggiordomo della Magione Phantomhive.

Aspetto Modifica

In pochi hanno visto la sua vera forma e si conoscono pochissimi dettagli: ha lunghi artigli e denti affilati, occhi a fessura di colore rosa brillante e ali nere e sembra indossare un paio di stivali dotati di un lungo stiletto.

Dato che Ciel gli ha imposto di mantenere una forma umana modellata sulla base di suo padre, ha assunto l'aspetto di un uomo alto e snello con la carnagione pallida, i capelli neri pettinati con la riga in mezzo e gli occhi castani, che però possono diventare rossi e illuminarsi di rosa quando Sebastian utilizza le sue abilità demoniache. Ha le unghie nere e sulla mano sinistra porta il sigillo del suo contratto faustiano con Ciel, motivo per cui indossa sempre i guanti bianchi tipici dei maggiordomi.

Carattere Modifica

A causa del suo contratto con Ciel, Sebastian obbedisce a qualsiasi suo ordine ed ha un forte senso del dovere nei confronti del giovane conte e della sua magione. Poiché i demoni non hanno bisogno di dormire, di notte si limita a sorvegliare la magione e ad eseguire gli ordini di Ciel.[3] Si mostra cortese e un maggiordomo impeccabile, ma in realtà è insensibile, sadico e spietato; altre sue peculiarità sono il sarcasmo, l'umorismo nero e l'incapacità di riporre fiducia nel prossimo.[4] Spesso critica Ciel e il suo modo di trattare la servitù; ammette che non gli dispiace la vita da maggiordomo, nonostante i continui problemi che è costretto ad affrontare.[5]

Disprezza gli shinigami, che a loro volta detestano i demoni come lui.[6] Adora i gatti, tanto da averne nascosti numerosi all'interno del suo armadio all'oscuro di Ciel, che ne è allergico.[7] Considera il denaro come spazzatura materialistica.[4] Spesso osserva i comportamenti e le abitudini degli umani, che considera "creature ostiche", ma è affascinato dai loro sforzi e dai loro obiettivi superbi, che tendono a perseguire a qualsiasi costo.[8]

Relazioni Modifica

Ciel Phantomhive Modifica

Sebastian è legato a Ciel Phantomhive tramite un contratto faustiano, secondo il quale dovrà sempre obbedire a qualsiasi ordine del giovane conte senza mai contraddirlo o mentirgli. Spesso Ciel gli lancia sfide umanamente impossibili, sicuro che in quanto demone riuscirà a portarli a termine.

Abilità Modifica

Essendo un demone, possiede forza, velocità, resistenza, equilibrio e riflessi sovrumani, è in grado di manipolare il fuoco ed ha un olfatto molto sviluppato.

Ha un'ottima padronanza di francese[9], latino[10], tedesco[11] e francone orientale.[12]

Armi Modifica

Solitamente combatte a mani nude, ma ha un'eccellente mira e la sfrutta per scagliare a gran velocità coltelli e altre posate contro gli avversari.

Storia Modifica

Saga del Maggiordomo Nero Modifica

Un giorno, dopo la consueta routine mattutina della magione, Sebastian combatte e vince contro un maestro di arti marziali affinché il conte svolga i propri esercizi. In serata, riceve la visita di Chlaus, che consegna a Ciel un gioco molto raro.[13]

Mentre Ciel e Sebastian sono in città, Elizabeth si presenta alla magione Phantomhive e addobba gli interni e la servitù secondo i suoi gusti. Quando Ciel torna, ella gli propone di organizzare un ballo alla magione Phantomhive. I due fidanzati però litigano per via dell'anello del conte, tramandato di generazione in generazione; Lizzie lo distrugge ma viene perdonata. Giunta la sera, il maggiordomo mette a letto Ciel e gli riconsegna l'anello intatto.[14]

Gli Aristocratici del Male si riuniscono presso la magione Phantomhive poiché tra loro si nasconde un criminale. Quest'ultimo è Azzurro Vanel, un mafioso italiano che si occupa dello spaccio di droga, che rapisce e tortura Ciel. I suoi uomini falliscono nell'uccidere la servitù del conte, mentre Sebastian li massacra tutti[15], compreso Azzurro, smantellando l'organizzazione mafiosa e salvando il suo padrone.[16]

Curiosità Modifica

Sebastian Michaelis tomba

La tomba di Sebastian

  • Quando finge di morire, sulla sua tomba viene inciso l'epitaffio: "To The Memory of Sebastian Michaelis. Died March 1889. May ye be in heaven an hour before the devil knows you're dead".[17]
  • Ciel lo ha chiamato come il deceuto cane di famiglia.[18]
  • Il cognome di Sebastian deriva da mikairi (rimborso), che ricorda il contratto con Ciel.[19]
  • Il suo nome ricorda quello di Padre Sebastien Michaelis, un inquisitore francese che scrisse una lista di demoni dell'Inferno.[20]
  • Nelle prime bozze, Sebastian aveva una partitura dei capelli in 7:3, ma lo staff editoriale non era d'accordo, quindi Toboso prese a disegnarlo con la riga in mezzo.[4]
  • I suoi occhi sono stati creati sul modello di quelli dell'attore irlandese Stuart Townsend.[21]
  • Nel sondaggio per la popolarità dei personaggi, tenuto in onore del centesimo capitolo, è risultato primo con 4014 voti[22] su 12817[23].
  • Yana Toboso misura l'altezza dei personaggi in S, in rapporto con l'altezza di Sebastian.[2]
  • In epoca vittoriana, i maggiordomi venivano chiamati per cognome; Sebastian tecnicamente dovrebbe essere chiamato Michaelis da Ciel e Mr. Michaelis dal resto della servitù.
  • Mentre quando viene evocato nel manga Sebastian appare con il suo aspetto da demone, nell'anime ha l'aspetto di un corvo circondato da una tempesta di piume nere.[24]


Note Modifica

Navigazione Modifica

Template:Navigazione Weston College