FANDOM



La saga del Maggiordomo Indiano è la terza saga del manga e la quinta dell'anime.

Riassunto Modifica

Il 14 dicembre, Elizabeth e la marchesa Middleford fanno visita a Ciel. Il maggiordomo le conduce all'interno della casa, dovendo però nascondere i disastri combinati dalla servitù, quindi opta per le stalle, dove mostra il nuovo cavallo del conte alla marchesa. Quest'ultima sfida Ciel a una gara di caccia, che finisce in parità. Mentre pranzano in mezzo alla foresta, un orso li attacca: Ciel si precipita a fare da scudo a Lizzie, mentre Francis spara all'animale uccidendolo. Il conte dichiara la vittoria della marchesa e quest'ultima afferma di approvare il suo futuro genero per avere messo a rischio la propria vita per Lizzie. Sulla via del ritorno, Francis rivela a Sebastian di averlo visto uccidere l'orso con un coltello e ammette che lei lo ha mancato in quanto preoccupata per sua figlia. Arrivato a casa, Ciel si trova nella sala addobbata con al centro la tavola imbandita: i suoi servitori hanno organizzato una festa per il suo tredicesimo compleanno.[1]

Alcuni cittadini londinesi appena tornati dall'India vengono ritrovati appesi a testa in giù in giro per la città, in mutande e con attaccato un foglio di denuncia verso la società inglese firmato con il disegno di una lingua. Mentre Lord Randall indaga sul caso insieme all'agente Abberline, sopraggiungono sulla scena anche Ciel e Sebastian. Dopo avere visionato i documenti del caso, i due si dirigono verso l'East End, mentre Lord Randall spiega la natura dei Phantomhive al suo giovane subordinato.[2]

Ciel e Sebastian si recano dunque da Lau per chiedergli informazioni sui possibili sospetti e, mentre i tre camminano per strada, un criminale indiano simula un'aggressione da parte del conte e chiama a raccolta molti suoi compagni, che minacciano il nobile, il quale ordina al maggiordomo di intervenire. All'improvviso due indiani alla ricerca di una donna interrompono la scena e, appena notano la presenza del nobile inglese, si schierano dalla parte dei propri connazionali e uno dei due ordina all'altro di sconfiggere i britannici. Egli quindi ingaggia un combattimento con Sebastian, ma i due sono alla pari. Quando Ciel rivela di essere stato attaccato senza motivo, i due avventori si schierano dalla sua parte, neutralizzano i malfattori, per poi allontanarsi.[2]

Dopo avere consegnato il gruppo di criminali alla polizia, Ciel torna alla sua residenza cittadina, dove però trova i due indiani di prima, che si presentano come il principe bengalese Soma Asman Kadar e il suo servitore Agni. Il principe esige di ricevere ospitalità per avere salvato il conte dai malfattori e subito attira le attenzioni della servitù.[2]

Agni, scioccando tutti, sostituisce la servitù del conte e, mentre fanno colazione, Soma rivela di essere alla ricerca della sua ex domestica Mina; quando però Ciel chiede perché la donna sia a Londra, i due indiani si distraggono pregando davanti a una statua della dea Kālī, la cui storia viene prontamente spiegata da Agni. Terminato di pregare, Soma vuole costringere Ciel a fargli da guida in città, ma Sebastian glielo impedisce poiché il giovane conte ha molti impegni già programmati. Il maggiordomo quindi, trovandosi nella residenza londinese, sostituisce gli insegnanti di Ciel, ma viene continuamente disturbato da Soma, Agni e Lau. Durante gli allenamenti di scherma, Ciel sfida Soma per farlo andare via: Agni tuttavia si intromette e ferisce il conte, quindi Sebastian interviene e lo sfida.[3] I due maggiordomi iniziano il duello, che però finisce in parità quando i fioretti si rompono contemporaneamente. Agni quindi aiuta Sebastian in cucina, facendosi aiutare a sua volta anche dal resto della servitù: quando vede che non ci sono stati danni, Sebastian rimane scioccato. Mentre continuano i preparativi per la cena, il maggiordomo indiano racconta al suo pari di come sia stato salvato dal principe Soma. A cena, Soma parla di Mina, che è stata rapita e portata in Inghilterra tre mesi prima.[4]

Al suo risveglio, Ciel legge sul Times una notizia riguardante un altro attacco nei confronti degli anglo-indiani. Lau suggerisce a Ciel che i responsabili possano essere Soma e Agni. Quando a tarda sera questi ultimi escono, Ciel, Sebastian e Lau li seguono, verificando che essi si limitano a cercare notizie di Mina. Dunque tornano tutti a casa. Dopo poco tempo, appena il principe si addormenta, Agni esce nuovamente e Sebastian, che lo aveva previsto, lo segue insieme a Ciel, Lau e Soma.[5]

Il gruppo giunge così alla residenza di Harold West Jeb, un ricco mercante specializzato in prodotti importati dal Bengala. Sebastian afferma che il nome di Mina compare in alcuni documenti dell'uomo e dunque porta Ciel oltre il muro del cortile della villa e terrorizza con lo sguardo i cani da guardia. Soma scavalca lo stesso muro, mentre Lau neutralizza le guardie e ruba le chiavi del cancello. Una volta entrati nell'abitazione, i quattro assistono a una conversazione tra il padrone di casa e Agni e, appena quest'ultimo nomina Mina, Soma irrompe nella stanza, chiedendo spiegazioni, ma Agni non obbedisce ai suoi ordini e gli chiede di andarsene come richiesto da Lord West. Sebastian interviene, indossando la testa di un cervo impagliato per non farsi riconoscere, per impedire che Agni obbedisca a Lord West e colpisca Soma. Mentre i due maggiordomi combattono, Lau afferra Ciel per portarlo via e il conte, preoccupato che lo scontro possa attirare attenzioni indesiderate, ordina a Sebastian di allontanare anche Soma.[5]

Tornati alla residenza cittadina dei Phantomhive, Soma si mostra sconvolto e irritato per il tradimento, quindi Sebastian decide di aprirgli gli occhi di fronte alla realtà dei fatti e incolpa la presunzione del principe viziato per tutto ciò di cui quest'ultimo si lamenta.[5]

Ciel ricorda l'assalto di tre anni prima e rivela a Soma la propria intenzione di vendicarsi, incoraggiandolo a non arrendersi. Ciel, Sebastian, Lau e Soma discutono del caso e arrivano alla conclusione che la prossima mossa di Lord West sarà partecipare alla gara di preparazione di curry che si terrà la settimana seguente al Crystal Palace per ottenere il Royal Warrant of Appointment. Ciel quindi decide di partecipare alla competizione in modo che il certificato possa essere ottenuto dalla Funtom Corporation. Soma però si mostra sicuro che la vittoria andrà ad Agni, il cui curry è insuperabile.[6]

Sebastian prepara del curry, gradito da tutti meno Soma, il quale non apprezza l'utilizzo dei preparati in polvere ideati dagli inglesi. Ciel quindi decide di acquistare grandi quantità di spezie fresche tramite la compagnia di Lau. L'indomani, arrivato il carico di ingredienti, Sebastian cucina il curry assaggiando tutte le spezie e combinandole in base all'odore di quello preparato da Agni giorni prima. Nonostante l'odore vada bene, secondo Soma il sapore non è quello giusto. Il maggiordomo dunque cucina altri ventuno tipi di curry con lo stesso odore ma sapori differenti, chiedendo al principe di assaggiarli tutti: purtroppo però nessuno è come quello di Agni. Mentre prepara la merenda per Ciel, Sebastian trova l'ingrediente adatto per creare un curry in grado di competere con quello di Agni: il cioccolato. Dato che però in questo modo otterrebbe solo un pareggio, il maggiordomo sviluppa un piano per surclassare l'avversario.[7]

Ciel, la sua servitù, Soma, Lau e Ran Mao si recano al Crystal Palace per la competizione. Qui Ciel incontra Lord West, sicuro di vincere e ignaro del coinvolgimento del conte con Agni. Quando West si allontana, Sebastian raggiunge la stanza dei concorrenti, dove si imbatte in Agni, stupito dalla presenza del maggiordomo e preoccupato per il fatto di dovere gareggiare con qualcuno a cui deve molto. Poi ha inizio la gara, durante la quale tutti i presenti rimangono stupiti dalle abilità dei due.[8]

Scaduto il tempo per la preparazione, i giudici assaggiano i vari piatti: quasi tutti i concorrenti vengono scartati perché hanno utilizzato la polvere di curry. Il piatto di Agni riscuote grande successo ma, quando è il turno di Sebastian, tutti sono scioccati nel vedere una pagnotta bianca; il maggiordomo però la frigge e la serve, mostrando che il curry è contenuto all'interno di essa. Entrambi i piatti hanno conquistato la giuria e raggiungono un pareggio. Improvvisamente però fa la sua comparsa il quarto giudice, la regina Victoria in persona, che stabilisce la vittoria della Funtom Company in quanto il suo piatto tiene conto anche dei bambini, non richiedendo posate e avendo un gusto adatto ai gusti di tutti.[9]

Agni si rammarica per avere perso, ma la regina afferma di avere gradito anche il suo curry. Lord West è disperato, ma gli corre incontro una donna: si tratta di Mina, colei che Soma ha cercato tanto a lungo. Quando però il principe la abbraccia promettendo di riportarla a casa, la donna rivela di essere fuggita di proposito per diventare una nobildonna al fianco di West e allontanarsi dal suo padrone egoista e ignorante. Soma quindi si scusa con lei e Agni, il quale torna a servirlo come prima. Il principe dunque si rivolge a Ciel promettendo di diventare un uomo migliore e Agni rivela a Sebastian di essere felice di avere accompagnato il principe in Inghilterra, dove entrambi hanno trovato degli amici e hanno vissuto nuove esperienze che li hanno arricchiti.[10]

Mentre Mina tenta di consolare West, Lau li raggiunge e li fa uccidere da Ran Mao. Intanto Ciel scopre che il maggiordomo della regina gli ha messo in tasca una lettera con allegati dei biglietti per il circo.[10]

In occasione della visita di Lord Randall, Sebastian affida i preparativi alla servitù. Agni aiuta i tre domestici nelle loro faccende, scoprendo quanto essi tengano al conte. Poi Sebastian gli comunica che l'ospite che sta per arrivare è il commissario di Scotland Yard incaricato di indagare sugli incidenti causati da Agni; i due indiani quindi non devono farsi vedere. Agni però decide di costituirsi, quindi Sebastian tenta di impedirglielo per evitare di causare ulteriori problemi a Ciel, riuscendo a fatica a fare restare nascosti lui e Soma. Durante la cena, Lord Randall spiega al suo assistente Abberline la natura del rapporto tra la famiglia Phantomhive e la regina. Proprio quando il commissario dichiara la chiusura del caso su volontà di Ciel e della regina, Agni e Soma entrano nella sala da pranzo, dunque Ciel inventa una scusa per non fare insospettire i due poliziotti e concede ai due indiani il permesso di rimanere con lui, dando loro il lavoro di badare alla sua residenza cittadina.[11]

Personaggi Modifica

Magione Phantomhive Altri
Famiglia Middleford

Aristocratici del Male

Harold Trading

Buckingham Palace
Scotland Yard

Persian Tabb

Dormitory Vill

Dahlia Company

Lippcilin Company
Shinigami

Civili


Note Modifica


Navigazione Modifica

Cronologia manga