FANDOM



La Ferro Company è una compagnia commerciale che funge da copertura per la famiglia Ferro.

Membri Modifica

Storia Modifica

Passato Modifica

Nonostante i suoi pregiudizi sugli inglesi, Azzurro si trasferì a Londra per spacciare droga per conto della famiglia mafiosa Ferro.

Saga del Maggiordomo Nero Modifica

Alcuni Aristocratici del Male si riuniscono nella sala da biliardo della magione Phantomhive: tra di loro si nasconde un criminale, che Ciel ha intenzione di scovare grazie agli strumenti fornitigli da Chlaus per ricevere il compenso da Scotland Yard. Si tratta proprio di Azzurro, che, quando il padrone di casa si ritira nel suo studio al termine della partita a biliardo, lo addormenta e rapisce. Arrivato al suo covo, lega e picchia Ciel, a cui rivela la propria storia. Il criminale poi deride il conte e gli inglesi in generale, ma gli chiede comunque di lavorare con lui. Ciel rifiuta e, quando Azzurro lo minaccia con una pistola, afferma che in ogni caso Chlaus lo farà arrestare. Azzurro esige di sapere dove è tenuta la merce ottenuta da Chlaus e minaccia di uccidere la servitù della magione Phantomhive, a cui ha anche fatto recapitare una lettera di riscatto. Ciel ride, così il mafioso chiama i suoi sottoposti affinché procedano. Mentre sono in auto, i suoi sottoposti comunicano via telefono il loro fallimento ad Azzurro, quando vengono raggiunti e attaccati da qualcosa che li fa urlare terrorizzati: si tratta di Sebastian, che usa il loro telefono per chiamare il loro capo. Appena sente la voce di Ciel, il maggiordomo si precipita a salvarlo.[1]

Azzurro ordina ai suoi uomini di impedire l'accesso alla sua residenza, quando essi si accorgono che qualcuno è già entrato. Si tratta del maggiordomo di casa Phantomhive, che in pochi minuti sbaraglia tutti gli scagnozzi e si precipita dal loro capo per recuperare Ciel. Proprio mentre sta per consegnare al criminale ciò che desidera, Sebastian viene colpito ripetutamente dai proiettili di alcuni gregari nascostisi. Azzurro si accinge ad uccidere Ciel, quando improvvisamente Sebastian si rialza e restituisce ai mafiosi i loro proiettili. Il mafioso minaccia il giovane conte con una pistola alla testa ma, quando spara, il proiettile viene fermato da Sebastian, che poi gli torce un braccio e, mostrando la proprio vera natura, lo uccide.[2]


Note Modifica

Navigazione Modifica